Case prefabbricate - articoli in archivio

  • Come scegliere i produttori di case prefabbricate in legno

  • Come si fa il giardino di una casa prefabbricata?

  • La casa prefabbricata in legno è l’ambiente ideale per vivere a contatto con la natura ed è sempre immersa in un ambiente verde.

    Questo invoglia a rendere vivibile quel terreno trasformandolo in un gradevole giardino, con piante e fiori, ma anche con mobili green ecocompatibili, sia in legno che in canapa, per goderne pienamente i benefici.

  • Zimbabwe: risolvere il problema della crisi con la bio-edilizia

  • Lo stato dello Zimbabwe vive una situazione piuttosto anomala: ha troppi professori e dottori di ricerca che purtroppo non costituiscono una risorsa positiva per il paese. Infatti, queste “menti eccelse” non incentivano lo sviluppo della nazione e né tantomeno prendono spunto dai modelli positivi di altre realtà, come quella cinese, in cui la creatività e la capacità di innovare ha trasformato il paese orientale in una potenza mondiale. In sostanza, per lo stato africano c’è bisogno di un cambio di rotta e soprattutto di modificare il proprio comportamento in base alle aspettative future.

  • Gli effetti della costruzione di edifici e l’impatto ambientale

  • Costruire infrastrutture di una certa portata o di piccole entità comporta delle conseguenze che gravano principalmente sull’ambiente. Di conseguenza, è necessario trovare una soluzione equa e solidale che rispetti la natura e preservi la salute di tutti gli organismi presenti sul nostro pianeta. Sebbene siano stati fatti notevoli progressi nel campo dell’edilizia, ancora oggi la maggior parte degli architetti e designers, con l’aiuto di agenzie ed enti governativi, portano avanti il loro impegno sulla ricerca di soluzioni alternative per ridurre in maniera significativa l’impatto ambientale legato alle costruzioni di infrastrutture e meditare sulle disgrazie avvenute in passato.

  • La sostenibilità come obiettivo finale della bio-edilizia

  • Tra gli obiettivi primari della bio-edilizia abbiamo una maggiore sostenibilità, un abbassamento dei costi e della manodopera e un aumento della velocità di costruzione di un edificio. Tutto questo è reso possibile grazie alla tecnica modulare che ha portato i professionisti e gli architetti impegnati in questo campo a sposare questa metodologia innovativa rispetto alle normali tecniche tradizionali.

  • Differenze tra costruzioni con i container e case modulari

  • Eseguire costruzioni prendendo come base i container per le spedizioni intercontinentali può sembrare una tecnica abbastanza semplice all’apparenza. Nell’immaginario comune si associano i container alle costruzioni dei Lego con la possibilità di ampliare il progetto abitativo, assemblando rapidamente edifici si più livelli ed appartamenti dallo stile essenziale. In realtà, la questione dei container presenta molti vantaggi e soprattutto molti limiti, tutti aspetti da esaminare approfonditamente quando si decide di costruire un’abitazione utilizzando questa metodologia.

  • Il legame tra le case modulari e le costruzioni di barche

  • La metodologia applicata alla costruzione di edifici modulari diventa, col passare degli anni, sempre più diffusa e innovativa, al punto che gli sviluppatori sono continuamente alla ricerca di soluzioni di alta qualità. Ma il settore della bio-edilizia non è il solo a essere impegnato attivamente nell’applicazione di metodologie all’avanguardia per la costruzione di edifici prefabbricati a basso costo.

  • La bio-edilizia come possibile soluzione agli sprechi

  • Nel processo di costruzione di un edificio è presente un’alta percentuale di scarti che, puntualmente, finisce in discarica. Ad esempio, nel Regno Unito circa la metà dei rifiuti derivanti dalle costruzioni edilizie va a riempire le ormai già sature discariche, mentre a livello mondiale la percentuale è di circa il 30%. In fase di progettazione, gli eventuali sbagli di costruzione, alterazioni ed errori di calcolo, rappresentano le principali fonti di spreco.

  • Africa: vincere la sfida degli alloggi con la bio-edilizia

  • Secondo alcune stime, tra il 2010 e il 2050 circa 900 milioni di persone della regione africana migreranno verso le città, incrementando sia la crescita economica ed edilizia, sia i problemi derivanti da questo flusso fuori dal comune. In pratica, il vecchio continente diventerà un grande “serbatoio” vergine in cui gli sviluppatori di case potranno ottenere una serie infinita di vantaggi derivanti dall’introduzione delle nuove tecnologie prefabbricate e della loro evoluzione negli ultimi decenni.

  • Le case prefabbricate per i senzatetto

  • Il problema delle abitazioni per i senzatetto, molto diffuso in alcune nazioni, è stato risolto con la realizzazione di alloggi prefabbricati in legno grazie i loro costi contenuti e alla loro rapidità di costruzione. Negli Stati Uniti, esattamente a San Francisco, il progetto “casa” ha riscontrato numerosi problemi: le imprese costruttrici, che hanno preso parte al progetto, hanno proposto di edificare 100 moduli sopra un parcheggio andando incontro a problematiche di tipo “panoramico” e costando quasi 200.000 dollari per unità