Cabina armadio: a che serve?

Nella nostra tradizione, la cabina armadio non è un complemento d’arredo molto utilizzato, però nel corso degli anni è divenuto uno di quegli elementi indispensabili da introdurre nel nostro abitacolo.

cabina armadio a che serve

Che cos’è la cabina armadio

Alla sua nascita era un accessorio considerato di lusso e che solo pochi potevano permettersi, dato che avere la cabina armadio stava a significare avere a disposizione un appartamento abbastanza grande nel quale una stanza poteva essere adibita a guardaroba.

Inoltre la cabina armadio era vista come un accessorio indispensabile e necessario a coloro che avevano così tanti indumenti che non potevano essere collocati tutti nell’armadio.

La cabina armadio la si può considerare un complemento d’arredo desiderato, soprattutto dalle ragazze e dalle donne: si è sempre desiderato, fin da piccole, di avere uno spazio tutto personale dove sistemare i propri abiti, accessori, le proprie scarpe, proprio come si può vedere nei film.

Oggi, la cabina armadio oltre ad essere scelta da coloro che hanno un appartamento più grande, è una scelta fatta anche da coloro che hanno un piccolo appartamento, soprattutto se prendiamo in considerazione i costi elevati che questi mobili hanno.

La cabina armadio viene realizzata con uno scopo ben preciso e cioè quello di essere usato per contenere abiti, accessori, scarpe per i quali, solitamente si decide di utilizzare un’intera stanza della casa privandosi così di sfruttarla in modo diverso.

Sono pochi coloro che hanno a disposizione una intera camera da dedicare al “deposito“ di abiti e accessori vari, così la scelta della cabina armadio è una soluzione ideale che solitamente occupa solo una parte dell’ambiente.

Così la cabina armadio è pensata come se fosse una “piccola stanza” e quindi bisogna pensare a dove collocarla, dato che dispone di pareti e di porte attraverso le quali si può entrare.

E il suo interno deve disporre di tutti quegli accessori che saranno  utili ogni qualvolta dovremo vestirci, dagli abiti alle scarpe, dalle borse per il lavoro a quelle per la sera ect.

Funzioni della cabina armadio

La cabina armadio dispone di due essenziali funzioni:

contenitore

in quanto al suo interno è possibile posizionare tutti i nostri abiti, le scarpe, le borse in modo semplice e pratico da prendere quando ci occorrono per vestirci

spogliatoio

in quanto data la capienza ci consente di poterci entrare e quindi vestirci, cambiarci, mettere in ordine e scegliere cosa mettere per una cena di lavoro, oppure se siamo stati invitati ad una cena romantica.

Come è fatta una cabina armadio

La scelta della cabina armadio va fatta considerando l’ambiente nel quale si decide di collocarla. In commercio è possibile trovare diverse tipologie di cabine armadio, da quella rettangolare a quella quadrata, da quella triangolare a quella circolare.

Analizzando lo spazio che si ha a disposizione, la cabina rettangolare è ideale se la si vuole collocare lungo una parete di una stanza non molto ampia perché così facendo non diventa ingombrante e consente il passaggio più libero.

La scelta della cabina triangolare è perfetta se la si vuole collocare in un angolo della camera. 

Se decidiamo invece di comperare una cabina armadio quadrata la possiamo posizionare in una cavità della parete. Facendo attenzione a non bloccare il lato privo di moduli, dato che lì devono essere montate le porte d’ingresso.

Se invece abbiamo a disposizione uno spazio immenso, allora possiamo optare per la cabina armadio circolare o quadrata. La quale potrà essere usata anche come parete che suddivide l’ambiente.

La cabina può disporre di pareti realizzate in muratura,oppure in cartongesso o ancora con telai in alluminio.

L’interno

L’interno delle pareti può essere dotato di:

  • elementi che consentono di appendere gli abiti
  • carpenteria in legno per fissare i vari ripiani
  • appendiabiti
  • telai portanti in alluminio capaci di sostenere carichi più pesanti.

In commercio abbiamo tre tipologie di porte d’accesso.

C’è  chi sceglie quelle a battente per le quali occorre una spazio di circa 120 cm in modo da poterle aprire facilmente.

Chi, invece, sceglie le porte a libro, grazie alle quali si può osservare meglio l’interno della cabina. Esistono, però, anche le porte scorrevoli, che riducono spazio.

Per quanti riguarda le ante, invece, queste possono essere in legno, oppure realizzate in vetro di sicurezza per permettere alla luce di poter passare, o ancora in metacrilato la cui peculiarità è la durevolezza e la resistenza.

In commercio possiamo trovare cabine armadio di diverse misure, ovviamente quella che andremo a comperare dovrà soddisfare, oltre ai nostri gusti personali, anche lo spazio di cui disponiamo.

Le cabine armadio solitamente hanno misure standard, ma si può decidere anche di personalizzarle in base allo spazio e all’ambiente in cui decidiamo di collocarla.

Se abbiamo intenzione di collocare la cabina armadio nella camera da letto, è necessario che la camera sia profonda minimo 4 metri. È indispensabile avere conoscenza del Regolamento edilizio relativo alla nostra area.

Dove collocarla

La cabina armadio è un elemento d’arredo che occupa una ampia parte dell’ambiente. Ergo, quando si decide di acquistarla bisogna innanzitutto pensare al posto, anzi alla camera nella quale posizionarla.

In base allo spazio che si ha a disposizione, in commercio esistono differenti tipologie  di cabine armadio.

L’ambiente ideale nel quale collocare la cabina armadio, tenendo conto della praticità e della razionalità, può essere la camera da letto. Oltre a questa camera, è possibile sfruttare anche lo sgabuzzino situato tra una camera e l’altra.

E se queste camere sono due camere singole, allora la soluzione di collocare la cabina armadio tra le due sarà conveniente e vantaggiosa per coloro che vi dormono.

Disposizione degli oggetti nell’interno

Ciò che caratterizza le cabine armadio è che sono dotate di elementi, strutture che ci consentono di tenere tutto in ordine e soprattutto a portata di mano senza perder tempo quando cerchiamo qualcosa che ci occorre.

Una cabina armadio deve essere dotata di ripiani su cui disporre la biancheria, di cassetti nei quali ordinare

  • maglie
  • biancheria intima

di aste su cui appendere

  • abiti
  • camice
  • giacche
  • cappotti
  • pantaloni

È essenziale anche la presenza di scarpiere in cui riporre le proprie scarpe. Si può usufruire della cabina armadio come guardaroba, ma anche come spogliatoio per il quale sono indispensabili tre elementi.

Potrà esserci comodo un pouf  per poterci vestire più facilmente, un ampio tappeto sul quale poter camminare anche a piedi nudi. Infine non può mancare uno specchio o anche più di uno per potersi ammirare.

L’illuminazione della cabina armadio è essenziale, perché ci consente di avere una visione più chiara di ciò che essa contiene e quindi ci permette di scegliere più facilmente cosa vogliamo indossare. Solitamente nelle cabine armadio troviamo i faretti in alto.

È possibile trovare anche luci caratteristiche che si applicano sotto le mensole oppure sotto il soffitto o anche alle pareti.

Per illuminare la cabina armadio si è soliti scegliere lampadine led perché, non producendo molto calore, non si incorre nel rischio di incendi.

Inoltre non falsificano i colori degli abiti.

Come ricavare una cabina armadio

La risposta più ovvia è comprare una struttura costruita appositamente. I mobilifici che vendono armadi-guardaroba, solitamente, possono presentare soluzioni “chiavi in mano” anche per le cabine armadio.

Ma se i soldi a disposizione non sono molti, possiamo optare per soluzioni alternative e avere ugualmente la nostra cabina armadio.

E’ utile averne una, perché è il modo più semplice per tenere in ordine tutti i vestiti, le scarpe e gli accessori in nostro possesso, trovandoli nell’istante in cui ci servono.

La cabina poi dovrebbe fungere anche da spogliatoio, quindi, darci anche lo spazio di provare le varie combinazioni di indumenti per capire quale vogliamo scegliere.

Di cosa è fatta una cabina armadio

La cabina può essere realizzata in diversi materiali e avere diverse misure:

le cabine armadio presentano al loro interno accessori freestanding o boiserie accessoriate per contenere e suddividere tutte le categorie di vestiti.

Possono essere aperte con ante scorrevoli, a pacchetto o a battente. Inoltre, sono dotate di profili antipolvere e di un’illuminazione adeguata.

Come ricavare una cabina armadio?

Alternative alla cabina armadio

I guardaroba angolari sono dotati, proprio per questa loro particolarità, di una zona che assomiglia molto a una piccola cabina armadio.

La profondità del modulo angolare, infatti, permette di creare spazio in più da usare come spogliatoio e come zona attrezzata per ordinare e riconoscere subito i vestiti che ci servono e che, magari, usiamo di più.

Se nessuna di queste soluzioni fa per noi, non resta che individuare una porzione di stanza libera che può fare al caso nostro.

Poi attrezzarla con strutture per vestiti freestanding (come Stolmen di Ikea) e chiuderla con pannelli divisori, tende che scendono dal soffitto oppure con un sistema di porte scorrevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *