archivio articoli del mese:: Dicembre 2017

  • L’importanza dell’impiantistica nelle case prefabbricate

  • Uno dei tanti vantaggi delle case prefabbricate in legno a basso consumo energetico è quello di richiedere un pochissimo dispendio di calore per il riscaldamento degli ambienti nei mesi più freddi e poca energia per rinfrescarli durante il periodo estivo.

  • Le finiture interne delle case prefabbricate in legno

  • Quando si progetta una casa prefabbricata in legno a basso consumo energetico, un’attenzione particolare viene data alla realizzazione delle finiture interne che rappresentano un vero e proprio punto cruciale. Ad esempio, gli attuali edifici in legno sono sempre comprensivi di un pacchetto di infissi-vetri oscuranti all’avanguardia e funzionali allo scopo per il quale sono stati creati, ovvero assicurare il massimo isolamento termico e garantire un basso consumo energetico.

  • Case prefabbricate in legno: una scelta “eticamente” giusta

  • Per chi ha la possibilità di acquistare una nuova casa è tempo di fare una scelta valida ed eticamente giusta: investire nella bioedilizia. Basta recarsi presso qualche ditta costruttrice specializzata nel settore di case prefabbricate in legno per scegliere il modulo abitativo più consono alle proprie esigenze e la campionatura di capitolato. Anche l’iter burocratico sarà a cura dell’azienda dal momento che non è necessario una figura professionale per la presentazione della documentazione progettuale.

  • Quanto costa realizzare una casa prefabbricata in legno?

  • I costi della bioedilizia non si differenziano tanto da quelli della normale edilizia in calcestruzzo se non per alcune “voci” che è meglio sottolineare per avere un quadro completo.

    Ad esempio, se avete a disposizione un terreno di proprietà e avete intenzione di demolire il vecchio edificio laterocementizio per far spazio ad una nuova abitazione in legno a basso consumo energetico di circa 100mq, è opportuno considerare alcuni aspetti fondamentali, come la tecnica costruttiva da utilizzare (X-Lam o a telaio), le fondamenta (escluse dal prezzo di vendita dell’edificio nella maggior parte dei casi) e la scelta del modulo abitativo (a pianta regolare o “su misura” del cliente con una lievitazione notevole dei costi).

  • Bioedilizia: meglio costruire moduli abitativi “standard”

  • Per ottenere il meglio da una casa prefabbricata in legno l’ideale è scegliere moduli abitativi “da catalogo”, ossia quelli già collaudati e standardizzati dall’azienda costruttrice. Il beneficio che se ne ricava riguarda non solo un notevole risparmio economico ma soprattutto un edificio più funzionale e completo dal punto di vista delle prestazioni energetiche.

  • Le case prefabbricate e le costruzioni laterocementizie

  • Le case prefabbricate in legno hanno sicuramente una marcia in più rispetto a quelle laterocementizie grazie alle loro caratteristiche tecniche ed energetiche. Queste tipologie di strutture “green” non sono delle semplici abitazioni come molti sono abituati a pensare, poiché rispecchiano particolari criteri e principi in linea con le più rigide regole sulla progettazione.

  • Le potenzialità delle case prefabbricate in legno

  • Prima di acquistare una casa in legno è opportuno fare determinate considerazioni in merito alla potenzialità riguardo questa innovativa tecnica costruttiva e a come migliorare le prestazioni sia sotto il profilo energetico che del benessere abitativo.

  • La bioedilizia e il bioarchitetto

  • Nella costruzione di una casa prefabbricata in legno intervengono molte figure professionali e tecniche, tra cui architetti, ingegneri e geometri abilitati a operare grazie a un titolo in possesso.

    Probabilmente, la figura predominante nel settore bioedilizio è quella del bioarchitetto che mette a disposizione la propria consolidata esperienza e il know how necessario per risolvere qualsiasi dubbio del cliente e progettare qualsiasi edificio prefabbricato in base alla migliore tecnica costruttiva.

  • Energia ridotta ed emissioni quasi “zero” per la costruzione delle case prefabbricate in legno

  • Come confermano gli esperti del settore, per la costruzione di una casa prefabbricata in legno vengono impiegate minime quantità di energia con pochissime emissioni inquinanti nell’ambiente a vantaggio di un ottimo isolamento sia termico che acustico. Una soluzione ideale per chi decide di sposare una filosofia “bio-green” riducendo il più possibile le fonti nocive e inquinanti sia per la natura sia per l’uomo, all’insegna di un mondo migliore e di un ottimo vantaggio energetico.

  • Colle delle case prefabbricate in legno: quali sono i rischi?

  • Nella bioedilizia, in special modo nella costruzione delle case prefabbricate in legno, sono indispensabili l’utilizzo di colle speciali per la creazione di componenti lamellari come travi, pilastri e parete intere nel caso si scelga la tecnica X-Lam.